07 Dicembre 2018 - 28 Aprile 2019

La Strada. Dove si crea il mondo

Orari e biglietteria

orario museo

MARTEDÌ 11:00 – 19:00
MERCOLEDÌ 11:00 – 19:00
GIOVEDÌ 11:00 – 19:00
VENERDÌ 11:00 – 19:00
SABATO 11:00 – 22:00
DOMENICA 11:00 – 19:00
La biglietteria chiude un’ora prima

Chiusure
tutti i lunedì
1 maggio
25 dicembre

FESTIVITÀ PASQUALI

SIAMO APERTI DOMENICA 21 E LUNEDÌ 22 APRILE, DALLE 11.00 ALLE 19.00

CHIUSURE STRAORDINARIE BIBLIOTECA

martedì 16 aprile la biblioteca chiuderà alle ore 17:00 | giovedì 18 aprile la biblioteca resterà chiusa | da giovedì 25 aprile a mercoledì 1 maggio la biblioteca resterà chiusa per lavori di manutenzione

AVVISO

I servizi di caffetteria & bookshop e di ristorazione sono temporaneamente sospesi. Stiamo lavorando perché siano riattivati il più rapidamente possibile. Ci scusiamo per il disagio.

Orari e biglietteria
Acquista biglietto online Ricordami questo evento Scarica la mini-guida

Gallerie 3 e 4
a cura di Hou Hanru con il team curatoriale del MAXXI

La strada come luogo di condivisione e innovazione, principale laboratorio per artisti, architetti e creativi

Più di 140 artisti e oltre 200 opere per comporre il racconto multiculturale, poliglotta, colorato, spaventoso, stimolante, assordante delle strade di tutto il mondo, il vero grande laboratorio di discussione, creazione, confronto, dove si inventa l’era contemporanea.

Opere d’arte, progetti di architettura, fotografie, performance, interventi site specific e video accolgono il visitatore in una successione di gallerie che formano una strada lunga decine e decine di metri.

Un percorso organizzato per temi – le azioni pubbliche, la vita quotidiana, la politica, la comunità, l’innovazione, il ruolo dell’istituzione – fondamentali per comprendere le nuove funzioni e identità della strada contemporanea. Partendo dalla convinzione che sia il luogo in cui si crea il mondo, lo spazio viene analizzato come manifesto della vita contemporanea, scenario e punto di vista privilegiato dell’esperienza del quotidiano, un paesaggio in cui la comunità creativa e quella cittadina danno vita a una nuova comunità e a un nuovo mondo di creatività urbana.

La strada è analizzata come manifesto in continua mutazione della vita contemporanea, elemento di connessione ma anche di rottura, scenario delle esperienze del quotidiano come i festival di strada, i cinema estemporanei o lo street food.

GLI ARTISTI
Adel Abdessemed, Allora & Calzadilla, Halil Altindere, Francis Alÿs, Iván Argote, Marcela Armas, Rosa Barba, Yael Bartana, Eric Baudelaire, Boamistura, Monica Bonvicini, Botto&Bruno, Andrea Bowers, Mark Bradford, Cao Fei, Chim↑Pom, Martin Creed, Daniel Crooks, Abraham Cruzvillegas, Nemanja Cvijanović, Jonathas de Andrade, Chto Delat, Jeremy Deller, Sam Durant, Jimmie Durham, Memed Erdener – Extrastruggle, Fang Lu, Flavio Favelli, Simon Fujiwara, Jean-Baptiste Ganne, Alberto Garutti, Kendell Geers, David Hammons, Sharon Hayes, Ha Za Vu Zu, He He, Jeppe Hein, Jörg Herold, Thomas Hirschhorn, Hiwa K, Huang Weikai, Alfredo Jaar, Leopold Kessler, Kim Sora, Kimsooja, Barbara Kruger, Mark Lewis, Li Binyuan, Gleen Ligon, Li Liao, Lin Yilin, Liu Qingyuan, Cinthia Marcelle, Jill Magid, Map Office, Minouk Lim, Momoyo Kaijima, Carsten Nicolai, Ahmet Öğüt, OHT (Office for a Human Theatre), Pak Sheung Chuen (Tozer Pak), The Propeller Group, Navin Rawanchaikul, Pedro Reyes, Robin Rhode, Andrea Salvino, Moe Satt, Anna Scalfi, Marinella Senatore, Chen Shaoxiong, Shen Yuan, Santiago Sierra and Jorge Galindo, Adnan Softić, Stalker, Sun Yuan /Peng Yu, Koki Tanaka, Hsieh Tehching, Eugenio Tibaldi, Rirkrit Tiravanija, Sissel Tolaas, Patrick Tuttofuoco, Vatamanu & Tudor, Xijing Men, Yang Jiechang, Yang Zhenzhong, Raphaël Zarka, Zhao Zhao, Zhou Tao, Zhu Jia, Artur Żmijewski, Università la Sapienza.
MACCHINE D’ARTISTA. Immagini di vetture progettate da artisti
Adel Abdessemed, Amabouz Taturo, Isabel & Alfredo Aquilizan, Alain Bublex, Richard Buckminster Fuller, Cao Fei, César, Wim Delvoye, Jimmie Durham, Olafur Eliasson, Michael Elmgreen & Ingar Dragset, Kendell Geers, Piero Golia, Yngve Holen, Surasi Kusolwong, Bertrand Lavier, Jean-Luc Moulène, Ichwan Noor, Julian Opie, Gabriel Orozco, Lucy + Jorge Orta, Damián Ortega, Nam June Paik, Hung-Chih, Paola Pivi, Michael Rakowitz, Navin Rawanchaikul, Rirkrit Tiravanija, Shen Yuan, Roman Signer, Simon Starling, Vedovamazzei, Xavier Veilhan, Andy Warhol, Richard Wilson, Erwin Wurm, Sislej Xhafa, Yin Xiuzhen.
RETHINKING THE CITY
Archigram, Archizoom Associati, Atelier Bow Wow, John Randel, Jr., A Map of the city of New York by the commissioners appointed by an act of the legislature passed April 3rd 1807 (commonly known as the Commissioners’ Plan), 1811, Ludwig Karl Hilberseimer, Le Corbusier, Farzin Lotfi-Jam & Mark Wasiuta, Ludovico Quaroni, Mario Ridolfi, Alice and Peter Smithson, seated in an unidentified street, 1949–1956, Georges Candilis, Alexis Josic, Shadrach Woods, Superstudio, Ugo La Pietra, Robert Venturi, Denise Scott Brown, Steven Izenour, SITE (James Wines), Vito Acconci (Acconci Studio), Steven Holl, Mirko Zardini.