martedì 9 Aprile 2019, 18:00 - 19:30
Street Music | Il Blues.

Alle origini della musica contemporanea

Auditorium del MAXXI – ingresso 5 euro – abbonamento tre incontri 10 euro
gratuito per i possessori della card myMAXXI fino a esaurimento posti

A cura di Ernesto Assante e Gino Castaldo

Tre incontri per disegnare una mappa del rapporto ricco, complesso e fecondo, tra la strada e la musica

La strada è il luogo della musica popolare, un luogo fisico ma anche, e soprattutto, uno spazio concettuale, un’idea, attorno alla quale molta musica è stata scritta, cantata e suonata. Lungo le strade della musica sono nati sogni, visioni, pensieri, idee, che hanno trovato forme diverse, che si sono trasformate in canzoni, opere, composizioni. Dal folk, al rock, al blues e, oggi, al rap, tre appuntamenti per ripercorrere la lunga strada che porta fino a noi.

IL BLUES con Alex Britti
Un sera, narra la leggenda, Robert Johnson si era recato a mezzanotte al centro di un crocevia e lì si era messo a suonare in attesa di un qualcosa che lui stesso non sapeva cosa potesse essere. A un certo punto era arrivato un uomo tutto nero che gli aveva preso la chitarra, l’aveva accordata, aveva suonato un motivo sconosciuto e poi gli aveva restituito lo strumento. La leggenda dell’incrocio e del patto con il diavolo è quasi certamente falsa ma la storia, si è via via diffusa con il passare degli anni. È la strada più mitica del blues, il “crossroads” che Johnson ha cantato nell’omonima canzone, il primo di molti incroci, di mille strade, che i bluesman hanno fisicamente percorso con le loro chitarre e le loro storie, fino ad arrivare ai giorni nostri.
A raccontarci questa e altre storie di Blues Alex Britti, musicista di primo piano del panorama contemporaneo del Jazz e Blues italiano ed internazionale.