venerdì 11 Settembre 2020, 21:00 - 22:00
Estate al MAXXI. Teatro - Appunti per un futuro presente

La frontiera

piazza del MAXXI – ingresso libero fino a esaurimento posti
10 posti individuali riservati per i titolari della card myMAXXI scrivendo a mymaxxi@fondazionemaxxi.it, entro il giorno prima dell’evento

«Nella storia nulla è predeterminato; la storia è una traccia lasciata nel tempo da scelte umane molteplici e di diversa origine, quasi mai coordinate», Zygmunt Bauman.

Secondo appuntamento di Appunti per un futuro presente, a cura di Luca Archibugi e Tiziano Panici, La frontiera è una performance che prende spunto direttamente dall’omonimo saggio di Alessandro Leogrande, con l’obiettivo di riflettere sulla violenza e sull’impatto che questa ha sulla società. Le parole del sociologo sono accompagnate dall’immagine di un quadro del Caravaggio, “Il martirio di Matteo”, conservato nella Cappella di San Luigi dei Francesi, che ha ispirato questa riflessione.

«Le frontiere, materiali o mentali, di calce e mattoni o simboliche, sono a volte dei campi di battaglia, ma sono anche dei workshop creativi dell’arte del vivere insieme, dei terreni in cui vengono gettati e germogliano (consapevolmente o meno) i semi di forme future di umanità […] Nella storia nulla è predeterminato; la storia è una traccia lasciata nel tempo da scelte umane molteplici e di diversa origine, quasi mai coordinate», Zygmunt Bauman.

La frontiera
tratto dall’omonimo romanzo di Alessandro Leogrande
una performance – spettacolo di Margine Operativo
ideazione di Alessandra Ferraro Pako Graziani
drammaturgia e regia Pako Graziani
con Tiziano Panici
in collaborazione con Boomerang Fest – Argot Produzioni
regia Pako Graziani

 

Altri eventi del ciclo Estate al MAXXI 2020