sabato 1 dicembre 2018, 18:30 - 20:00
Performing The Archives. Sound.

L’impulso delle nuove tecnologie e oltre

Archive Wall – ingresso 5 euro
abbonamento 3 incontri 10 euro – gratuito per i possessori della card myMAXXI

Tre incontri per ripercorrere la storia della sperimentazione sonora in Italia dal 1950 al 2000

In occasione di When Sound Becomes Form, attraverso tre appuntamenti ripercorriamo le tappe fondamentali della sperimentazione sonora italiana.
Un racconto lungo cinquant’anni in cui il suono esce dal pentagramma e si affaccia alle nuove tecnologie elettroniche dando forma a linguaggi artistici innovativi e permettendo la manipolazione sonora e l’amplificazione dello spazio stesso, contaminando cinema, arte, coreografia, letteratura, editoria e mass media.

Nel terzo incontro arriviamo al 1990, quando Mario Sasso e Nicola Sani ricevono il Prix Ars Electronica di Linz per la composizione video Footprint e Marcello Aitiani mette in mostra la sua Nave di Luce, opera pionieristica che anticipa le nuove tecnologie info-telematiche. In quello stesso periodo Ida Gerosa presenta a Roma Memorie d’acqua Fontana di Trevi, performance multimediale con musica e suoni ambientali di Luigi Ceccarelli.
È in questi anni che Michelangelo Lupone adotta un approccio interdisciplinare che permette l’integrazione dell’ambito musicale con quello scientifico e tecnologico e segna un percorso artistico che sempre più si rivolge all’uso integrato dell’ambiente di ascolto, dando origine a grandi installazioni musicali basate su tecnologie d’invenzione.

Introduce
Carlo Fatigoni curatore della mostra When Sound Becomes Form

Intervengono
Ida Gerosa e Michelangelo Lupone

Modera
Giulia Pedace MAXXI Ricerca