mostra
25 Maggio 2021 > 30 Maggio 2021

videogalleryIgor GrubićFilm screening | Più grande di me. Voci eroiche dalla ex Jugoslavia

videogallery – ingresso libero
a cura di Zdenka Badovinac

orario museo

lunedì chiuso
da martedì a domenica
11 – 19

la biglietteria è aperta fino a un’ora prima della chiusura del Museo

avviso

Per accedere al Museo è necessario esibire la Certificazione verde COVID-19 (Green Pass) o presentare il referto negativo di un tampone antigienico o molecolare effettuato nelle 48 ore precedenti, insieme a un documento di riconoscimento. Le disposizioni non si applicano ai bambini di età inferiore ai 12 anni e ai soggetti con certificazione medica specifica.

maggiori informazioni

In occasione della mostra, una grande rassegna ospita i lavori degli artisti Igor Grubić, Goran Dević, Anja Medved & Nadja Velušček.

La storia più recente dei territori della ex Jugoslavia attraversa i quattro film di Igor Grubić selezionati per questa rassegna: East Side Story (2008), Monument (2015), Angels with dirty faces (2006), How steel was tempered (2018). Ogni lavoro racconta con prospettive e tecniche diverse (found footage, documentario, animazione) alcune delle vicende più importanti del periodo storico delle guerre nella ex Jugoslavia e della dissoluzione del socialismo.

Dalla violenza perpetrata dalle forze dell’ordine durante i due gay pride di Belgrado nel 2001 e Zagabria nel 2002 raccontata in East Side Story, alla distruzione di alcuni imponenti memoriali di cemento antifascisti negli anni Novanta protagonista di Monument; dallo sciopero dei minatori di Kolubara (Angels with dirty faces) che ha portato alla caduta di Milošević fino alla storia personale di ex un operaio di fonderia che lascia a suo figlio la memoria di ciò che è stato nella straordinaria animazione How steel was tempered.


I film in programma, in continuità con i temi della mostra, riflettono sull’idea di perdita e cambiamento, entrambi provocati dalla dissoluzione della ex Jugoslavia, la fine del socialismo, l’inclusione nel capitalismo globale e la sua integrazione nell’Unione Europea.

in testata: Igor Grubić, Monument, 2015, 44′  (still da video) courtesy l’artista e Laveronica arte contemporanea.