15 novembre 2017 - 20 maggio 2018

Home Beirut. Sounding the Neighbors

Orari e biglietteria

orario museo

Martedì e Mercoledì 11.00 - 19.00 Giovedì 11.00 - 22.00 Dal Venerdì alla Domenica 11.00 - 19.00 Giorno di chiusura Tutti i Lunedì, 25 Dicembre, 1 Maggio La biglietteria chiude un’ora prima del museo Orari e biglietteria
Acquista biglietto online Ricordami questo evento

Galleria 3
a cura di Hou Hanru e Giulia Ferracci

Home Beirut. Sounding the Neighbors è il terzo capitolo della “Trilogia mediterranea”, un ciclo espositivo attraverso il quale il MAXXI esplora l’interazione tra le comunità artistiche d’Europa e del Medio Oriente evidenziando la nascita di una cultura trans-mediterranea, fondamentale nel panorama globale della creazione artistica.

La mostra presenta alcune delle tendenze creative contemporanee che si intrecciano profondamente con la crescita e il destino di questa città. In esposizione i lavori di circa 30 tra artisti, architetti, registi, musicisti, ballerini, ricercatori, attivisti che con le loro diverse forme espressive si muovono tra riflessioni critiche della recente storia di conflitti, l’archiviazione e il ripristino di memorie e prospettive future, tentativi di trasformazione urbana interrotti periodicamente da problemi urgenti e frustrazioni quotidiane.

La mostra si articola in diverse sezioni che cercano di raccontare gli sforzi compiuti per costruire nuove abitazioni in un contesto urbano complesso, per accogliere rivendicazioni intellettuali e fantasie artistiche, nonché posizioni politiche opposte.

Ziad Abillama, Etel Adnan, Tamara AlSamerai, Mounira Al Solh, Haig Aivazian, Ziad Antar, Caline Aoun, Marwa Arsanios, Tarek Atoui, Vartan Avakian, Eric Baudelaire, Tony Chakar, Ali Cherri, Roy Dib, Fouad Elkoury, Sirine Fattouh, Laure Ghorayeb, Ahmad Ghossein, Mona Hatoum, Joana Hadjithomas, Khalil Joreige, Hatem Imam, Lamia Joreige, Mazen Kerbaj, Bernard Khoury, Walid Raad, Marwan Rachmaoui, Graziella Rizkallah Toufic, Stéphanie Saadé, Sharif Sehnaoui, Rania Stephan, Jalal Toufic, Paola Yacoub, Akram Zaatari.