28 settembre 2018 - 18 novembre 2018

Caline Aoun. seeing is believing

Sala Gian Ferrari
a cura di Britta Färber e Anne Palopoli

Come l’evoluzione della tecnologia digitale altera la percezione delle immagini, tra minimalismo e arte concettuale

Il MAXXI e Deutsche Bank presentano seeing is believing la prima mostra personale in Europa di Caline Aoun, vincitrice del premio Deutsche Bank’s Artist of the Year 2018-2019.

La sua arte nasce dall’alternarsi di astratto e concreto, fisico e digitale, esplorando le possibilità di rappresentazione di quei concetti che nella realtà sarebbero impossibili da raffigurare: proprio per questo motivo i suoi lavori hanno la capacità di trasformare l’invisibile, l’immateriale in qualcosa di concreto e visibile.
Attraverso studi topografici l’artista fa degli spazi in cui lavora l’oggetto principale delle sue opere, alterandone la superficie e quindi trasformandoli.
Lavorando direttamente con le componenti architettoniche del museo, l’artista presenta una serie di lavori site-specific mediante i quali circonda il visitatore con realtà materiali e tattili, rivisitando e reinventando la fisicità dello spazio.

Maggiori informazioni sul sito Deutsche Bank’s Artist of the Year