foto © Sommerszene Salzburg/Bernhard Müller
evento
mercoledì 2 Novembre 2022 - giovedì 3 Novembre 2022

Romaeuropa FestivalRiding on a clouduna performance di Rabih Mroué

sala Carlo Scarpa
mercoledì 2 ore 20
giovedì 3 ore 20
durata 65′
€ 10

orario museo

lunedì chiuso
da martedì a domenica 11 – 19
la biglietteria è aperta fino a un’ora prima della chiusura del Museo

maggiori informazioni

Quando i ricordi nella testa sono come immagini fisse, senza scene del passato, come funziona la memoria?

Il regista di Beirut Rabih Mroué si muove agilmente tra teatro, performance e arti visive, combinando in maniera personale documenti privati e realtà. Il focus del suo lavoro è la situazione economica e sociale del Libano, di volta in volta analizzata nelle sue contraddizioni e nei temi che interrogano la società.

Questi elementi sono centrali anche in Riding on a cloud, una performance a metà strada tra spettacolo teatrale e conferenza. Ad abitarla è il fratello di Mroué, Yasser che, ferito a 23 anni da uno sparo durante la guerra civile libanese, ha perso l’uso della parola. A partire dalla sua condizione, il regista avvia una meditazione tra memoria, finzione e realtà politica dando vita ad un ritratto dell’attuale situazione in Libano e descrivendo la fragilità di ogni narrazione biografica sospesa tra ricordi, documenti e finzione.

crediti: performance di Rabih Mroué scritto e diretto da Rabih Mroué con Yasser Mroué in collaborazione con Sarmad Louis assistente alla regia Petra Serhal assistente Janine Baroud traduzione inglese Ziad Nawfal coprodotto da Fonds Podiumkunsten, Prins Claus Fonds, Hivos & Stichting DOEN – (The Netherlands) un ringraziamento speciale a Lina Saneh, Frie Leysen, la famiglia Mroué (Souad, Ahmad, Ammar, Ziad, Maha, Mazen, Nabil e Fatima Bazzi), Ahlam Awada, Samar Maakaroun, Janine Broud, Karma e Nadi Louis si ringrazia Hito Steyerl, Manal Khader, Eric Baudelaire, Paul Khodr, Lamia Joreige, Joanna Hadjithomas and Khalil Joreige, Fariba Derakhshani, Mohamad Hojeiry, Matthias Lilienthal, Ali Zuraik, Louis Family, Petra Serhal, Hagop Derghougassian, Ziad Mroué, Christine Tohmé e Ashkal Alwan