mostra
20 Settembre 2022 > 09 Ottobre 2022

videogalleryMario RizziA traveler with a camera

videogallery – ingresso libero
a cura di Hou Hanru, Donatella Saroli

orario museo

lunedì chiuso
da martedì a domenica 11 – 19
la biglietteria è aperta fino a un’ora prima della chiusura del Museo

aperture e chiusure straordinarie durante le feste

sabato 24 dicembre 11 – 16
domenica 25 dicembre chiuso
lunedì 26 dicembre 11 – 19
sabato 31 dicembre 11 – 16
lunedì 2 gennaio 11 – 19

maggiori informazioni

Dieci opere realizzate tra il 2005 e il 2018 raccontano il particolare approccio dell’artista ai soggetti dei suoi film, donne e uomini che vivono esistenze frammentate e sospese.

In viaggio in territori difficili, campi profughi, case di accoglienza, piazze in rivolta tra Palestina, Turchia, Egitto, Mario Rizzi (Barletta, 1962) si muove con la sua videocamera oltre i confini del mondo e della civiltà, raccontando con attenzione e empatia, la storia di chi ha vissuto la guerra, è stato costretto a lasciare la propria casa, subire violenze, continua a sperare e lottare per un futuro diverso.

A partire dal concetto di confine in relazione al fenomeno della migrazione e ai temi dell’identità e del senso di appartenenza, il lavoro di Mario Rizzi racconta esistenze al margine, concentrandosi su memorie collettive e individuali spesso dimenticate o taciute.

film in proiezione:

STORYTELLING | dal 20 al 25 settembre
Murat ve Ismail, 2005, 58 min, sub Eng
Kauther, 2014, 29 min, sub Eng
Impermanent, 2007, 15 min, sub Eng

EXERCISES OF EMPATHY | dal 27 settembre al 2 ottobre
Al Intithar, 2013, 30 min, sub Eng
Zarifa, 2018, 40 min
the misconception, 2009, 9 min, sub Eng
January 4th 2004, 2011, 6 min

AESTHETIC JUSTICE | dal 4 al 9 ottobre
The Outsider, 2015, 29 min, sub Eng
Limina, 2008, 23 min, sub Eng
The Chicken Soup, 2008, 55 min, sub Eng

in testata: Untitled from August 3rd, 2016, Courtesy Mario Rizzi