evento
mercoledì 1 Marzo 2023 ore 18:00 - ore 19:00

libri al MAXXIIl transito mite delle paroledi Gianni Celati

sala Carlo Scarpa
ingresso libero fino a esaurimento posti

orario museo

lunedì chiuso
da martedì a domenica 11 – 19
la biglietteria è aperta fino a un’ora prima della chiusura del Museo

aperture e chiusure straordinarie durante le feste

sabato 24 dicembre 11 – 16
domenica 25 dicembre chiuso
lunedì 26 dicembre 11 – 19
sabato 31 dicembre 11 – 16
lunedì 2 gennaio 11 – 19
venerdì 6 gennaio 11 – 19

maggiori informazioni

A poco più di un anno dalla scomparsa, un incontro dedicato al grande, saggista, traduttore, poeta e regista, narratore del XX e del XXI secolo.

Con Il transito mite delle parole si aggiunge un’altra “faccia” a Celati, quella del parlatore. Sempre disponibile nei confronti dell’avvenimento fortuito, dell’incontro estemporaneo, si intratteneva indifferentemente con studiosi affermati e con perfetti sconosciuti, con estimatori della sua opera e con quanti di lui non avevano mai sentito parlare.

Le pagine della raccolta di conversazioni e interviste danno modo di riascoltare la sua voce inconfondibile. Sono sessantasette incontri apparsi su giornali, riviste, libri o registrati nel corso di trasmissioni radiofoniche e televisive. Con lucidità non comune, talvolta occultata in toni bonari e divaganti, Celati espone le sue idee sul lavoro dello scrittore, sulla letteratura, su autori del presente e del passato, sull’arte, sul cinema, sulla musica rock, sulla filosofia e su tanto altro, confermandosi un autentico maestro segreto, di stile e di vita.

introduce
Bartolomeo Pietromarchi Direttore MAXXI Arte

intervengono
Stefano Bartezzaghi giornalista, scrittore e semiologo
Marco Belpoliti critico letterario e scrittore, curatore del libro
Andrea Cortellessa critico letterario e storico della letteratura

In collaborazione con Quodlibet
. Con il sostegno di BPER Banca.


posti individuali riservati per i titolari della card myMAXXI scrivendo a mymaxxi@fondazionemaxxi.it, entro il giorno prima dell’evento