mostra
03 Dicembre 2021 > 06 Febbraio 2022

Giacomelli | BurriFotografia e immaginario materico

extra MAXXI
a cura di Marco Pierini, Alessandro Sarteanesi

orario museo

lunedì chiuso
da martedì a venerdì 11 – 19
sabato domenica 11 – 20
la biglietteria è aperta fino a un’ora prima della chiusura del Museo

avviso

Per accedere al Museo è necessario esibire la Certificazione verde COVID-19 (Green Pass), insieme a un documento di riconoscimento. Le disposizioni non si applicano ai bambini di età inferiore ai 12 anni e ai soggetti con certificazione medica specifica.

maggiori informazioni

Una riflessione sulla condizione umana attraverso la rappresentazione della natura. Le fotografie di Giacomelli entrano in dialogo con le opere grafiche e multi-materiche di Burri.

Nelle fotografie di Mario Giacomelli delle serie Metamorfosi della Terra, Presa di coscienza sulla natura, Storie di Terra, realizzate tra la fine degli anni ’50 e gli anni ’80, i campi arati, la morfologia del territorio marchigiano, il contrasto tra terra e cielo, si trasformano in un linguaggio di geometrie astratte, che parla del lavoro dell’uomo e del suo rapporto con la natura, dell’effetto dell’inesorabile trascorrere del tempo sulle cose, e della fotografia come strumento di ricerca per dare un senso ed una forma alla complessità della reale.

Nelle grafiche e nelle opere multi materiche di Burri che nel percorso espositivo incontrano le fotografie di Giacomelli, la forza della composizione organizza l’energia della materia. Le possibilità offerte dalla sperimentazione grafica, seppur esplorate con modalità diverse sul piano tecnico e concettuale, portano i due autori a proporre un’idea di paesaggio dove realtà esteriore ed interiore sono profondamente intrecciate.

I documenti d’archivio esposti raccontano il rapporto tra i due artisti, nato grazie all’amicizia comune con Nemo Sarteanesi, e consolidato da alcune tappe importanti come la mostra di Giacomelli a Città di Castello nel 1984, di cui qui si presenta una piccola selezione, e da continui scambi, come le dediche visibili sul retro di alcune fotografie presenti in mostra. Come spesso avviene nella storia dell’arte, si tratta di un rapporto di stima reciproca e brevi condivisioni, che costruiscono la trama per una riflessione sull’arte e sull’esistenza con molti punti di tangenza, ma sperimentata con strumenti, materie e tecniche differenti.

Mostra ideata da Magonza e prodotta da Fondazione MAXXI, Comune di Senigallia, Regione Marche, promossa da Fondazione Palazzo Albizzini Collezione Burri, Archivio Mario Giacomelli, Archivio Sarteanesi.

in testata: Mario Giacomelli, Senza titolo, 1966, Fondazione Palazzo Albizzini Collezione Burri, Città di Castello © Archivio Mario Giacomelli © Rita e Simone Giacomelli | Alberto Burri, Cretto, 1970 © Fondazione Palazzo Albizzini Collezione Burri, by SIAE 2021, photo Alessandro Sarteanesi