martedì 30 maggio 2017, 17:00 - 19:00

Questione di sguardo. Alcune esperienze di campagne fotografiche in Italia

Sala Carlo Scarpa – ingresso libero fino a esaurimento posti
(Con possibilità di prenotazione del posto per i primi 10 possessori della card myMAXXI, scrivendo a mymaxxi@fondazionemaxxi.it entro il giorno prima dell’evento, fino a esaurimento posti)
a cura di Emilia Giorgi

La fotografia come strumento essenziale per osservare la trasformazione del paesaggio

L’incontro, nato in seguito alla mostra Verso il Mediterraneo. Sezioni del paesaggio da Salerno a Reggio Calabria, vuole essere un momento di riflessione sulla necessità e attualità della campagna fotografica come strumento essenziale di lettura del territorio, per osservare da vicino tutti i fenomeni che riguardano la trasformazione del paesaggio. Oggi è infatti urgente interrogare la realtà, offrire una molteplicità di sguardi sul territorio, per continuare a raccontare il nostro paesaggio da vicino, promuovendo il dialogo tra istituzioni pubbliche e private, aziende e realtà indipendenti.

Attraverso il contributo di alcuni importanti soggetti del panorama della fotografia contemporanea in Italia, l’incontro si pone anche come ulteriore momento di sviluppo di alcuni dei temi trattati nel corso degli Stati Generali della Fotografia, indetti dal MiBACT nel corso del 2017.

Intervengono
Mario Avagliano responsabile Relazioni Esterne e Comunicazione Anas
Olivo Barbieri fotografo e artista
Lorenza Bravetta Consigliere per la valorizzazione del patrimonio fotografico nazionale del MiBACT
Alessandro Dandini De Sylva fotografo e curatore indipendente
Maria Antonella Fusco Direttore Istituto Centrale per la Grafica
Margherita Guccione Direttore MAXXI Architettura
Antonio Ottomanelli co-curatore della mostra Verso il Mediterraneo

Modera
Emilia Giorgi curatore indipendente

Nel corso dell’incontro sarà presentata la pubblicazione edita da Planar Books e dedicata alla mostra Verso il Mediterraneo. Sezioni del paesaggio da Salerno a Reggio Calabria, che è stata promossa da Anas con la collaborazione del MAXXI presso l’Istituto Centrale per la Grafica di Roma.