sabato 14 Marzo 2020, 11:30 - 13:00
Le Storie della Performance.

Le tante performance dei corpi danzanti. Da Merce Cunningham a Lady Gaga con Annalea Antolini

Auditorium del MAXXI – € 5
abbonamento quattro incontri – € 15
10 posti individuali riservati e gratuiti per i titolari della card myMAXXI scrivendo a mymaxxi@fondazionemaxxi.it, entro il giorno prima dell’evento

Quattro appuntamenti, tra lezioni autoriali e divulgative, per raccontare l’evoluzione di un linguaggio che ha saputo attraversare con intensa creatività gli ultimi decenni di storia

Nel corso del secolo scorso il corpo dell’artista e la sua azione hanno acquisito una centralità nella pratica artistica dal vivo, trovando progressivamente un proprio vocabolario nel termine performance. Affermatasi come espressione artistica non intermittente e tangibile delle riflessioni dell’arte concettuale, la performance è divenuta, nel tempo, il tramite attraverso il quale generazioni di artisti hanno esplorato e sperimentato il legame tra dimensione performativa e linguaggio teatrale, musicale, video, corporeo e naturale.


Le tante performance dei corpi danzanti. Da Merce Cunningham a Lady Gaga
Con Annalea Antolini

La performance di danza agisce il visibile ed evoca l’invisibile. Il corpo fisico e il corpo sensibile del performer sono i diretti interessati insieme a quelli dei fruitori. Ne nasce un organismo unico, capace e significante. In un viaggio a ritroso torneremo alla prospettiva nuova di Merce Cunningham e alla fluidità del gesto di Trisha Brown, esperiremo la portata planetaria di Anna Halprin, abbracceremo la normale diversità di Jérôme Bel e il pluralismo identitario di Akram Khan & Sidi Larbi Cherkaoui, sperimenteremo il divenire di Alessandro Sciarroni e assaporeremo l’eclettismo attrattivo di Lady Gaga e Francesco Vezzoli.

Anna Lea Antolini, ideatrice e curatrice di progetti culturali esperienziali, dal 2009 al 2014 è Responsabile dell’Ente di Promozione Danza della Fondazione Romaeuropa. Per la stessa, nel 2015, cura la programmazione DNAeurope e tutti i progetti di formazione, divulgazione e archiviazione. Da settembre 2015 a febbraio 2020 lavora con il Sovrintendente Carlo Fuortes per il Balletto del Teatro dell’Opera di Roma. Attualmente è co-curatrice insieme a Cristiano Leone di alcuni appuntamenti danza per il Festival Ō/Tempo di presso Museo Nazionale Romano.