sabato 18 aprile 2020, 11:30 - 13:00
Le Storie della Performance.

Il teatro della vita. Dal Living Theatre all’Arte Povera con Gianfranco Maraniello

auditorium del MAXXI – € 5
10 posti individuali riservati e gratuiti per i titolari della card myMAXXI scrivendo a mymaxxi@fondazionemaxxi.it, entro il giorno prima dell’evento

Cinque appuntamenti, tra lezioni autoriali e divulgative, per raccontare l’evoluzione di un linguaggio che ha saputo attraversare con intensa creatività gli ultimi decenni di storia

Nel corso del secolo scorso il corpo dell’artista e la sua azione hanno acquisito una centralità nella pratica artistica dal vivo, trovando progressivamente un proprio vocabolario nel termine performance. Affermatasi come espressione artistica non intermittente e tangibile delle riflessioni dell’arte concettuale, la performance è divenuta, nel tempo, il tramite attraverso il quale generazioni di artisti hanno esplorato e sperimentato il legame tra dimensione performativa e linguaggio teatrale, musicale, video, corporeo e naturale.


Il teatro della vita. Dal Living Theatre all’Arte Povera
con Gianfranco Maraniello

Le sperimentazioni teatrali degli anni Sessanta hanno incrociato i percorsi di un’arte tesa a decostruire paradigmi e idee tradizionali come quella di rappresentazione. La riduzione linguistica e segnica di Grotowski o l’adesione all’esistere presente del Living Theater hanno fortemente influenzato le pratiche dell’Arte Povera, di Fluxus e, ancora oggi, il senso della performance, del comportamento, dell’happpening e, più in generale, il tempo e lo spazio d’azione per un’arte che cerca di restituirsi alla vita.