venerdì 6 ottobre 2017, 18:00 - 19:30
Obiettivo architettura.

MoDus in conversazione con Marco Pietracupa

Auditorium del MAXXI
ingresso € 5 – abbonamento per cinque incontri € 20
l’acquisto del biglietto dà diritto a un ingresso ridotto al museo (€ 8) entro una settimana dall’emissione
per i possessori della card myMAXXI ingresso € 4 – abbonamento per cinque incontri € 16

Da un’idea di Lucia Bosso / BasedArchitecture
In collaborazione con il Consiglio Nazionale degli Architetti

Quanto si può comprendere di un’architettura attraverso uno scatto fotografico? Quanto sappiamo e quanto invece ignoriamo di un progetto, fermandoci alla sua immagine?

Durante la rassegna incontriamo alcuni tra i più interessanti autori italiani contemporanei – un architetto e un fotografo – che sono stati capaci di creare un edificio, un luogo significativo per il territorio e per la comunità, e di interpretarlo fotograficamente, amplificandone la percezione ed i significati sottesi.

Cinque inconti per approfondire il rapporto simbiotico tra un’architettura, il suo progettista e il fotografo che l’ha ritratta

Nel primo appuntamento lo studio MoDusArchitects, fondato da Sandy Attia e Matteo Scagnol, incontra il fotografo Marco Pietracupa.

Sandy Attia (Il Cairo, 1974) e Matteo Scagnol (Trieste, 1968) intraprendono un percorso professionale e di ricerca fondando MoDusArchitects nel 2000 con sede a Bressanone. Lo studio si distingue per un approccio eterogeneo intrecciando due differenti formazioni culturali che contaminano e arricchiscono di volta in volta ogni progetto di nuove valenze. I lavori realizzati appartengono ai vari ambiti dell’architettura dalle opere infrastrutturali fino agli allestimenti e agli arredi.

Marco Pietracupa, nato a Bressanone (Sudtirolo-Italia) nel 1967, si trasferisce a Milano all’inizio degli anni novanta per fare della sua passione una professione. Dopo aver frequentato l’Istituto Italiano di Fotografia ha iniziato a lavorare professionalmente e pubblicare negli ambiti dell’arte, della moda e del ritratto.