28 giugno 2017 - 23 luglio 2017

artapes #2. Chantal Akerman. From the other side

video gallery – ingresso libero
artapes è un progetto a cura di Giulia Ferracci

Già negli anni Settanta il New York Times definiva il suo film Jeanne Dielman (1975) come “il primo capolavoro femminile nella storia del cinema”: Chantal Akerman è riconosciuta dalla critica come una tra le artiste più rivoluzionarie nel panorama internazionale, fonte di ispirazione per registi del calibro di Gus Van Sant, Todd Haynes e Sofia Coppola.

La prima retrospettiva italiana dedicata all’artista, filmaker, sceneggiatrice, scrittrice e attrice belga dopo la sua scomparsa

Nel suo secondo ciclo espositivo, Chantal Akerman. From the Other Side, a cura di Giovanna Fazzuoli e Giulia Magno, la rassegna ripercorre i momenti salienti della sua carriera artistica, dal cortometraggio d’esordio Saute ma Ville del 1968 all’ultima opera No Home Movie del 2015: quasi mezzo secolo in cui ha prodotto cortometraggi sperimentali, essay film, documentari, musical, adattamenti cinematografici, travelogue, commedie e opere ispirate alla danza, alla scultura, alla musica.

Una carriera permeata da l’esprit de contradiction

Caos e ordine, realtà e finzione, parole e immagini, confinamento e viaggio, autobiografia e narrazione collettiva, convivono tanto nei film quanto nelle installazioni di Chantal Akerman.

La rassegna fa parte del progetto artapes, il programma di proiezioni dedicato ai video d’artista tra i più interessanti nella produzione storica e recente, che si alternano nella nuova video gallery permanente del museo.